banner3.jpg

Prossime uscite

Share this post

Submit to Facebook

L'Anello di Santa Maria in Pantano.

                                                                  Descrizione percorso.

Salita: da Colle per il Fosso dell'Orinale e la Sorgente Santa.                                                            Discesa: per il Fosso di Casale, ilFosso di Colleluce e la strada.

Dislivello: 200 m.- Tempo salita: 0,30 ore.- Tempo discesa: 1,00 ore.- Itinerario parzialmente segnato(rosso).- Carte: I.G.M. 132 I SO Montemonaco- Kompass n° 666 Monti Sibillini- C.A.I. Ricerche Monti Sibillini- Multigraphic n° 60-61 Monti Sibillini. Si raccomanda la presenza di una Guida e abbondanti scorte d'acqua.

Da Balzo (886 m), capoluogo del Comune di Montegallo, si segue la strada per Montemonaco. Dopo circa 1 km, traversato il profondo Fosso di Colleluce e prima del bivio a ds. per Castro, si devia a sn. per la sterrata che sale sinuosa nel bosco, lascia a sn. la frazione di Interprete (943 m), tocca le poche costruzioni di Casale Nuovo (1018 m) e raggiunge Colle (1018 m- 2,5 km dall'asfalto). Lasciata l'auto in piazza all'ingresso della frazione, si prosegue per un centinaio di metri sulla sterrata in direzione del Vettore. Subito prima del Fosso dell'Orinale (e non dopo come suggeriscono le carte) si devia a ds. per una ripida carrareccia in salita indicata da piccoli segni rossi: all'inizio un cartello indica la Sorgente Santa. La carrareccia sale per un tratto accanto al Fosso, poi lo lascia per salire a ds. a un ampio crinale. Lasciate a ds. delle costruzioni e un tracciato che riporterebbe a Colle, si prosegue in salita fino ad una sterrata pianeggiante. La si segue a sn. verso la Sorgente Santa (1159 m), da cui si sale con due tornanti a Santa Maria in Pantano (1180 m- 0,30 ore). Dopo una sosta accanto alla chiesa si torna alla sorgente, e si continua per la sterrata che scende a mezza costa verso sud, traversa il Fosso dell'Orinale (1129 m) e prosegue tra i pascoli fino ad una costruzione bianca e ad un guado sul Fosso di Casale (1102 m). Una salita nel bosco di faggi porta a traversare anche il Fosso di Colleluce (1125 m), che più in alto si apre nel "Grande Imbuto" del Vettore. Più avanti si sbuca su un'altra sterrata. La si segue in discesa, toccando alcune costruzioni, fino a sbucare (1055 m) su una strada pianeggiante. La si segue a sinistra, riattraversando i Fossi di Colleluce e di Casale, fino al punto di partenza (1 ora).